Carta Simplia: ecco come funziona questa carta di debito della Deutsche Bank

Deutsche Bank offre una vasta gamma di prodotti e servizi destinata alla clientela privata: conti correnti, soluzioni per il risparmio e l’investimento, prestiti, mutui, polizze assicurative e prodotti per la previdenza. Ovviamente non mancano le carte di debito, di credito, revolving e prepagate. In questa pagina scopriremo le caratteristiche, il funzionamento ed i costi della carta Simplia.

Come funziona e cosa permette di fare la carta Simplia

DB Simplia è una carta di debito prepagata che consente di effettuare prelevamenti di contanti presso gli ATM e pagare gli acquisti fatti online e nei negozi di tutto il mondo. È una soluzione pratica, che ben si adatta alle esigenze di tutta la famiglia, facile da ricaricare anche tramite l’applicazione La Mia Banca di Deutsche Bank. Non è necessario avere un conto presso l’istituto per poter richiedere la carta. La carta può essere ricaricata in diverse modalità:

  • agli sportelli Deutsche Bank (commissione di 1 euro);
  • con un bonifico bancario (commissione di 1 euro);
  • presso le ricevitorie Sisal (commissione di 3 euro);
  • tramite l’app La Mia Banca (commisisone di 1 euro).

Carta Simplia è dotata della tecnologia Contactless, quindi quando viene utilizzata per pagare degli acquisti in negozio per importi inferiori ai 25 euro no è necessario digitare il PIN. Naturalmente la carta è compatibile con i più moderni sistemi di pagamento come Google Pay e Apple Pay. Il prodotto può essere richiesto direttamente presso le filiali di Deutsche Bank: tramite il sito ufficiale deutschebank.it è possibile prenotare un appuntamento. La carta e i codici segreti vengono inviati per posta all’indirizzo del richiedente.

Costi e limiti della carta di debito prepagate di Deutsche Bank

I titolari di carta Simplia devono pagare una quota associativa annua pari a 5,00 euro; gli altri costi previsti sono il contributo per le spese di rimborso totale o parziale (5,00 euro), la commissione per la sostituzione della carta (10,00 euro), le commissioni per le ricariche (1,00 euro se effettuate tramite bonifico SEPA o allo sportello, sia tramite conto che in contanti, 3,00 se effettuate presso le ricevitorie Sisal) e le commissioni per i prelevamenti (1,80 euro). Sono gratuite alcune operazioni come il rifornimento di carburante, il blocco della carta, l’attivazione del servizio SMS e l’invio telematico delle comunicazioni (chi vuole il formato cartaceo deve pagare 1,20 euro). Ovviamente la carta deve essere utilizzata entro i limiti previsti dal contratto: la disponibilità massima è fissata a 3.000 euro, mentre le ricariche non possono essere di importo inferiore ai 50 euro.

Ubaldo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Next Post

Assistente giudiziario concorso: dove trovare il bando? Che cosa prevede?

Gio Mar 17 , 2022
Il mondo del lavoro è difficile, ma può offrire anche interessanti opportunità. Alcune di queste possono arrivare dai concorsi pubblici che vengono periodicamente annunciati con lo scopo di trovare il personale adatto a coprire determinate posizioni. Naturalmente per parteciparvi è necessario possedere gli specifici requisiti previsti dal bando: scopriamo come […]
dipendente del ministero