Medico del lavoro: perché non è un costo ma un vantaggio per le aziende

Una figura che sta diventando sempre più ricercata e apprezzata dalle aziende al giorno d’oggi è quella del medico del lavoro, il cui ruolo ha assunto un’importanza strategica soprattutto a causa della pandemia di Covid-19. Ovviamente questo professionista non è specializzato in epidemiologia, tuttavia rappresenta un supporto indispensabile per i datori di lavoro.

La maggior parte degli imprenditori, infatti, non sa come occuparsi della sicurezza dei dipendenti, per questo motivo ricorre sempre più spesso a un esperto in Medicina del lavoro per capire come tutelarsi e in che modo proteggere i lavoratori dell’azienda. Questo deciso cambio di mentalità è sicuramente un aspetto positivo, una trasformazione che sposta l’attenzione dal costo economico ai vantaggi diretti che si possono ottenere adottando delle buone pratiche.

Di cosa si occupa il medico del lavoro

Innanzitutto è bene chiarire un punto, ovvero che non sempre è obbligatorio nominare un medico competente, ma soltanto nei casi previsti dalle normative di legge, ad esempio se nel luogo di lavoro esistono dei rischi legati al rumore eccessivo, all’inquinamento chimico, all’esposizione a materiali pericolosi o alla movimentazione di carichi pesanti. Ad ogni modo è il datore di lavoro che decide di contattare uno specialista, per salvaguardare la salute dei dipendenti dell’azienda.

Ovviamente l’impresa può scegliere liberamente a chi rivolgersi, tuttavia è importante affidarsi a dei professionisti esperti in grado di offrire un supporto altamente qualificato. Come suggerisce nelle sue guide il dott. Umberto Schiavo, medico del lavoro attivo a Vicenza e Padova, più lo specialista è competente maggiore sarà la sicurezza garantita all’interno dell’ambiente di lavoro, con un apporto considerevole sia ai lavoratori che all’azienda.

Per quanto riguarda i compiti del medico del lavoro il professionista svolge diverse mansioni, ad esempio occupandosi delle visite periodiche nei confronti dei dipendenti dell’impresa, accertamenti dello stato di salute dei lavoratori, interventi di sorveglianza sanitaria e controlli sull’idoneità psicofisica. Il giudizio delle visite può essere completamente positivo, negativo oppure parziale, fornendo indicazioni utili ai diretti interessati e in maniera collettiva all’azienda.

Il servizio di consulenza del medico del lavoro

Un aspetto davvero importante, sempre più ricercato dai datori di lavoro, è la consulenza del medico del lavoro, visto ormai non come un professionista che esegue dei controlli, ma come uno specialista con grande esperienza nel settore della sicurezza del lavoro. In particolare, le aziende richiedono spesso un servizio di supporto strategico nel campo sanitario, per individuare insieme al medico competente le misure più adeguate per garantire la massima tutela dei lavoratori in azienda.

Ad esempio si tratta di come implementare le misure di sicurezza per il contenimento dei contagi di Covid-19, con la progettazione di controlli all’entrata e all’uscita oltre all’adozione di protocolli condivisi per la protezione sanitaria sul posto di lavoro. Inoltre è ormai forte la consapevolezza che la prevenzione sia più efficace dell’intervento postumo, perciò sono in aumento i datori che vogliono migliorare le condizioni di lavoro prima che sia troppo tardi.

Proporre cambiamenti utili per rendere l’azienda un luogo più sicuro, infatti, garantisce una serie di benefici, tra cui la riduzione delle cause intentate dai dipendenti e una maggiore coesione dei lavoratori nel progetto aziendale. Senza contare che si può migliorare la produttività, diminuire l’assenteismo dovuto a motivi sanitari e ottenere un ritorno d’immagine notevole, per un business più apprezzato dai dipendenti ma anche dai clienti.

Come scegliere il medico del lavoro giusto

Un aspetto fondamentale, per un datore che vuole aumentare la sicurezza sul lavoro e tutelare i propri dipendenti, consiste nella scelta del medico del lavoro giusto. Il rapporto sarò ovviamente di lungo periodo, per questo motivo è essenziale individuare non solo un professionista competente, in grado di offrire un supporto qualificato e specializzato in base alle proprie esigenze, ma anche un esperto la cui interazione è gradita e soddisfacente dal punto di vista umano.

Per valutare un medico del lavoro è necessario considerare la qualità e la professionalità del servizio, inoltre è possibile tenere conto di altri fattori. Ad esempio si può verificare il protocollo proposto dal medico competente, a seconda dei rischi aziendali individuati dal datore di lavoro, la collaborazione dello specialista con i responsabili aziendali e l’affidabilità delle prestazioni realizzate. Allo stesso tempo le informazioni devono essere gestite correttamente, nel rispetto delle norme sulla privacy e seguendo la massima trasparenza nei confronti di tutti i soggetti coinvolti.

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

I metodi di pagamento migliori per giocare nei casinò online

Gio Ago 27 , 2020
Il gambling online è un settore in forte crescita in Italia e all’estero, con un numero in aumento di appassionati e un’offerta videoludica sempre più ampia e variegata. Queste piattaforme permettono di giocare sul web in modo semplice e immediato, per divertirsi alla roulette, alle slot machine, al blackjack e […]