Pagamenti elettronici: tra le prepagate più gettonate del momento c’è la carta YAP

Basta dare un’occhiata alle statistiche per rendersi conto di come le abitudini dei consumatori si stiano rapidamente trasformando. Stando ai dati pubblicati dall’Osservatorio del Politecnico di Milano, nel corso del 2020 in Italia è stato registrato un numero record di transazioni digitali: si parla di più di cinque miliardi di operazioni.

I pagamenti elettronici sono saliti del 31% in soli dodici mesi ed oggi rappresentano circa un terzo dei pagamenti complessivi. Non male per un Paese che su questo versante è rimasto a lungo indietro, faticando a staccarsi dal contante. Tra i vari strumenti di pagamento più gettonati ci sono le prepagate: in questo campo, è notevole il successo ottenuto dalla carta YAP.

Il successo delle prepagate

Fino a non molto tempo fa le prepagate venivano utilizzate soprattutto per pagare gli acquisti sul web. Al giorno d’oggi lo shopping online rappresenta ancora uno degli utilizzi più comuni, ma le prepagate si sono evolute e vengono impiegate sempre più spesso. L’arrivo delle prepagate dotate di codice IBAN ha rappresentato una svolta.

Rientra in questa categoria anche la carta YAP, prodotto emesso da Nexi, realtà leader per quanto riguarda i pagamenti elettronici in Italia. È una soluzione molto particolare perché è disponibile sia nella versione virtuale (utilizzabile tramite l’applicazione) che come carta fisica e può essere intestata anche a ragazzi dai dodici anni in su.

Caratteristiche della carta YAP

Essendo dotata di codice IBAN, la carta YAP Nexi consente di effettuare le operazioni classiche di un conto corrente, come effettuare e ricevere bonifici. Non è però possibile autorizzare gli addebiti diretti, quindi non permette di domiciliare le utenze. La carta viene gestita tramite l’applicazione YAP App e si presenta come una delle opzioni più convenienti tra quelle presenti sul mercato.

La versione digitale della carta infatti non prevede costi di emissione, non son previsti canoni mensili o annuali e pure l’applicazione per gestire la prepagata è gratuita. Chi vuole ricevere la carta fisica deve sostenere un costo di emissione pari a 9,95 euro. Gli unici costi sono quindi quelli variabili, ovvero collegati all’utilizzo che si fa della carta.

Costi per ricariche e prelievi

Le ricariche sono gratuite se vengono effettuate tramite bonifico o tramite altra carta, ma hanno un costo di 2,50 euro se vengono effettuate in contanti presso i punti SisalPay. Sui prelievi da ATM italiani ed europei viene applicata una commissione di 1,00 euro, mentre sui prelievi da ATM in Paesi extra europei si paga una commissione di 4,00 euro.

La consultazione dei movimenti e del saldo della carta può essere fatta gratuitamente tramite l’applicazione. I trasferimenti di denaro sono gratis se l’operazione viene effettuata in P2P. Per le operazioni in valuta diversa dall’euro si applica un tasso di cambio determinato alla data della conversione ed una commissione del 2%.

I limiti della carta: plafond e soglie massime per prelevamenti e pagamenti elettronici

Oltre ai costi, un altro importante aspetto che bisogna considerare quando si confrontano i vari strumenti di pagamento elettronico è rappresentato dai limiti dello strumento stesso. Per la carta YAP è previsto un importo massimo di ricarica pari a 1.500 euro al mese: è una soglia più alta rispetto ad altre soluzioni alternative, ma per qualcuno potrebbe essere insufficiente.

Rispettando questa soglia massima di ricarica/spesa, non ci sono limiti per quanto riguarda il numero di operazioni che si possono effettuare: pagamenti online, pagamenti nei negozi e, con la carta fisica, prelievi. E a proposito dei prelevamenti, sul foglio informativo si fa riferimento ad un massimo giornaliero di 250 euro.

Le ricariche in contanti possono avere un importo tra i 25 ed i 250 euro, così come quelle effettuate presso gli ATM del circuito QuiMultiBanca. Le ricariche tramite bonifico bancario possono riguardare somme tra 0,01 e 1.500 euro. Per leggere la recensione completa della carta è possibile visitare il sito chescelta.it, il portale che guida il consumatore nella scelta di assicurazioni, prodotti bancari ed altro.

Marco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Alla scoperta di eToro: caratteristiche, vantaggi e opinioni degli esperti sul broker

Sab Ago 28 , 2021
I numeri di eToro, con ogni probabilità, parlano più chiaramente di ogni tipo di articolo o considerazione. Infatti, in poco più di dieci anni, questa nuova tipologia di piattaforma ibrida (la si potrebbe posizionare esattamente a metà tra un broker e un social network) è diventata un vero e proprio […]
online