Come pagare i debiti: tecniche e consigli utili

Spesso sentiamo amici e parenti chiedere “non riesco a pagare i debiti come devo fare”, cercando consigli e indicazioni per uscire da questo pesante fardello. Purtroppo la crisi economica, la disoccupazione, la perdita di potere d’acquisto, senza dimenticare uno stile di vita troppo consumista, sono aspetti che portano a contrarre molti debiti. Il credito a rate con la carta, i finanziamenti per acquistare l’auto, lo smartphone, i viaggi; insomma, la vita è sempre più costosa e spesso l’unica soluzione per mantenersi, o per far fronte a momenti difficili consiste nel chiedere soldi in prestito.

Per capire come pagare i debiti anche senza molti soldi, però, bisogna pensare in maniera differente, affrontando il problema delle rate che si accumulano da una prospettiva nuova. In molte situazioni l’opzione migliore non è quella più scontata, perciò è fondamentale intendere come fare quando si hanno troppe rate da pagare. Vediamo alcuni consigli utili per eliminare tutti i debiti una volta per tutte, uscendo da una situazione debitoria stressante.

Come uscire dai debiti senza soldi

Se sei sommerso dai debiti devi innanzitutto mantenere la calma, chiedendo aiuto ad amici e parenti se proprio ti trovi in una situazione disperata. Capita spesso che si ha paura di esporsi, mostrare le proprie fragilità e ricevere il giudizio degli altri, guardando i problemi finanziari come una sconfitta personale. Nulla di più sbagliato. Momenti di crisi capitano a tutti, quindi è importante non rimanere mai da soli e tenere tutto dentro, cercando di risolvere la situazione senza chiedere sostegno esterno.

Detto ciò è necessario analizzare il quadro debitorio da due punti di vista, uno analitico e l’altro invece psicologico. Nel primo caso è indispensabile prendere la calcolatrice e iniziare a effettuare una serie di calcoli, per stabilire come rimborsare i debiti nella modalità più opportuna e conveniente possibile. Nel secondo prevale il lato umano, dunque la priorità è il miglioramento, seppur lieve, della propria condizione. Ecco alcune indicazioni interessanti per entrambi i casi.

Come eliminare i debiti in maniera analitica

La prima opzione per uscire dai debiti consiste nel valutare le pendenze con distacco, in maniera analitica. In questo caso è necessario calcolare il costo di ogni prestito, multa o finanziamento, per capire qual è quello più vantaggio da estinguere per primo. Per farlo è necessario calcolare gli interessi e i costi del debito, soltanto così si può determinare se conviene restituire prima un prestito oppure un altro.

Alla fine dei conti, quando si saranno eliminati tutti i debiti, il risparmio ottenuto agendo analiticamente sarà stato piuttosto elevato, evitando di spendere chissà quanti soldi in interessi, more e commissioni accessorie. Ovviamente non è la modalità più semplice, sia a livello finanziario che psicologico, poiché i risultati arrivano lentamente, inoltre spesso il finanziamento migliore da ripagare subito è quello più elevato.

Questa strada è percorribile da chi non ha problemi molto gravi, dalle persone che si sentono bene nonostante i tanti debiti accumulati, oppure da chi non ha problemi particolarmente seri e vuole scegliere soltanto l’opzione più vantaggiosa possibile. I calcoli inoltre vanno fatti bene, dunque è necessario essere abbastanza esperti in materia, oppure farsi aiutare da qualcuno in grado di capire di tassi d’interesse, ammortamento e altri argomenti simili.

Come sistemare i debiti curando l’aspetto psicologico

Se invece di un freddo calcolo avete bisogno di sentirvi meglio, per uscire rapidamente da una situazione debitoria ormai opprimente, è opportuno scegliere la modalità umana. In questo caso la procedura è completamente ribaltata, infatti come molti esperti in materia consigliano è fondamentale ottenere dei piccoli successi nel minor tempo possibile.

Ripagare anche un modesto debito, che non incide eccessivamente sulla situazione complessiva, può aumentare la stima in se stessi e far cambiare atteggiamento. Dopodiché tutto diventa più facile, perciò anche con un successo relativamente poco significante si possono ottenere risultati incredibili. La prima mossa da fare è pagare un piccolo debito, quello più semplice e veloce da restituire, per il quale basta soltanto uno sforzo modesto per eliminare per sempre questa pendenza.

Solitamente la scelta migliore è cominciare dalla somma più bassa, che quasi sempre corrisponde anche alla rata di importo inferiore, quindi non dovrebbero esserci troppi problemi a restituire la cifra dovuta. Ad esempio può essere un prestito ricevuto da un amico o un parente, oppure un finanziamento accesso e interrotto per mancanza di liquidità, un multa o qualsiasi altra somma da saldare, purché sia la meno alta fra tutti i debiti.

Se si ripaga questo piccolo debito psicologicamente si sarà ottenuto un grande successo, un risultato che metterà di buon umore e farà credere di stare finalmente sulla strada giusta, per sognare il momento in cui si riuscirà a passare dall’essere sommerso dalle pendenze all’aver eliminato ogni debito. Dopodiché bisogna continuare sempre selezionando le somme più piccole, fino ad arrivare al debito più grande e difficile, che rappresenta l’ultimo scoglio.

Come risparmiare per pagare i debiti

Quando si hanno molti finanziamenti, spesso troppi, significa che lo stile di vita non è compatibile con il proprio reddito. Spendere più di quanto si guadagna non è mai la scelta giusta, in quanto si finisce sempre all’interno di un circolo vizioso, dal quale poi è veramente difficile uscire. Prima di pensare a come pagare i debiti è necessario quindi iniziare a spendere di meno, tagliando tutto ciò che non è indispensabile.

Per superare un momento di crisi, o avere a disposizione più soldi per affrontare una situazione debitoria complessa, è fondamentale innanzitutto eliminare costi come il ristorante, i viaggi e gli acquisti di beni di consumo. Allo stesso tempo bisogna entrare nell’ottica del risparmio, dunque cercare sempre il miglior prezzo possibile. Ad esempio si può passare dall’auto ai mezzi pubblici, evitando di spendere i soldi della benzina nel tragitto casa-lavoro, fare la spesa in base alle promozioni e alle offerte, oppure contrattare quando più possibile sul prezzo.

Oltre a ciò è importante andare in banca, oppure dalla finanziaria, per ridiscutere i termini del prestito, del mutuo o di qualsiasi altro debito. Le società non vogliono che la pendenza si trasformi in un credito inesigibile, oppure intraprendere pignoramenti e altre azioni legali, ma preferiscono sempre trovare una soluzione più semplice, anche a costo di perdere qualcosa in termini finanziari.

Ad esempio con il mutuo si può richiedere la surroga, per cercare una banca che offra condizioni contrattuali migliori, un’operazione completamente gratuita come previsto dalla normativa di legge. Altrimenti si può restituire il debito della carta di credito, per poi cancellare questo strumento e iniziare a usare soltanto i contanti o la carta di debito.

Capire come uscire dai debiti e pagare le somme dovute, soprattutto quanto si accumulano e diventano troppe, non è mai facile. Ancora una volta ribadiamo il concetto che bisogna sempre chiedere aiuto, cercare sostegno economico ma anche psicologico, evitando di finire con le spalle al muro, ma affrontando il problema senza nessuna vergogna o timore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *