Decreto Dignità: quali sono le novità sul gioco online

Con l’approvazione del Decreto Dignità, promosso dal Ministero del Lavoro e dello Sviluppo Economico, sono state introdotte nuove misure in merito alla semplificazione fiscale, al lavoro precario e alla prevenzione della ludopatia. Quest’ultimo tema in particolare sta avendo ripercussioni dirette sul gioco online, con un rallentamento nel 2019 della crescita fatta registrare negli ultimi anni.

Il settore continua a vivere un momento piuttosto positivo, allo stesso tempo le restrizioni previste dal Decreto Dignità stanno già ottenendo i primi risultati. Si tratta senza dubbio di una buona notizia, se i provvedimenti sono effettivamente in grado di limitare le situazioni problematiche, riducendo il numero di utenti coinvolti in episodi eccessivi. Ma qual è la situazione del gioco online nel nostro Paese e in Europa?

Il mercato del gioco online in Italia ed Europa

Secondo uno studio effettuato dalla società Deloitte, una delle aziende più importanti al mondo nei servizi di financial advisory, svolto in collaborazione con il Centro Arcelli per gli Studi Monetari e Finanziari dell’università Luiss Guido Carli, il gioco rappresenta una fonte rilevante di entrate per gli Stati. Tuttavia può portare a comportamenti di dipendenza, ovvero allo sviluppo di una patologia conosciuta come ludopatia, come riportato in molte news sui casinò e altre attività relative al gioco d’azzardo.

I trend che caratterizzano il settore del gambling sono diversi, tra cui la crescita delle donne nella partecipazione ai giochi, la diffusione del gioco online spinto dall’evoluzione tecnologia e dalla maggiore fruibilità dei servizi d’intrattenimento, oltre a una spesa media degli utenti che negli ultimi è decisamente aumentata. Le principali categorie di gioco online sono le scommesse sportive, le lotterie e i casinò online.

Il gioco online attrae sempre di più utenti giovani, con un’età media passata dai 48 anni per i casinò fisici a circa 34 anni per quelli digitali. A trainare il settore sono soprattutto le applicazioni per i dispositivi mobili, apprezzate dagli utenti che accedono da smartphone e tablet più di quanto non fanno da computer fissi e pc portatili. Secondo i numeri ufficiali, su 100 giocatori online 67 utilizzano i device mobili, sebbene la maggior parte delle persone non scarica le app ma si connette direttamente alla piattaforma.

In aumento anche l’apprezzamento per le nuove tecnologie, come la realtà aumentata e quella virtuale, i giochi in live streaming, la condivisione sui social e l’uso di criptovalute per finanziare le attività di gioco, nonostante si tratti di un fenomeno più diffuso all’estero mentre in Italia rimane ancora marginale. In Europa tra i paesi dove il gioco è più attivo e presente ci sono l’Italia, il Regno Unito, la Francia, la Spagna e la Germania.

I giochi e le concessionarie più attive sul mercato italiano

Per quanto riguarda il mercato del gambling in Italia, i giochi più diffusi e richiesti nel nostro Paese sono le scommesse sportive, il poker, le slot machine e le lotterie online. All’interno del settore operano sia società internazionali che imprese locali, quest’ultime attive soprattutto in alcuni ambiti controllati dai Monopoli di Stato, come le lotterie online, ad appannaggio quasi esclusivi dei gruppi Lottomatica, Snai e Sisal.

Analizzando invece le altre attività, dai dati ufficiali si evince come nelle scommesse sportive gli operatori principali siano, oltre a quelli citati in precedenza, Snaitech, GoldBet, Eurobet, Bwin, Bet365, WilliamHill, Siks365 e Betaland. Nel poker online invece si trovano società come 888 Holdings, BetFair, GiocoDigitale, PokerStars e PartyPoker, mentre nei servizi di slot machine Starcasino e TitanBet si affiancano alle altre concessionarie operative nel settore.

Quali sono gli effetti del Decreto Dignità sul gioco online

Con l’approvazione del Decreto Dignità sono state introdotte nuove misure, che di fatto limitano la possibilità di effettuare pubblicità diretta, sponsorizzazioni per i giochi e l’offerta di premi in denaro da parte delle piattaforme specializzate nel gioco d’azzardo. L’oscurazione di pubblicità sul gambling ha sortito degli effetti quasi immediati sul comparto, che per la prima volta negli anni ha fatto registrare un arresto del trend di crescita.

Nonostante le restrizioni gli utenti apprezzano i siti web di recensioni, poiché sono in grado di aiutare nella scelta del portale giusto, considerando aspetti come la qualità dei giochi disponibili, i sistemi di pagamento, la trasparenza nei procedimenti di versamento e prelievo, i bonus e la proporzionalità delle vincite. Infine è importante sottolineare come sia migliorata la capacità degli utenti di individuare piattaforme sicure, verificando la presenza delle licenze AAMS attraverso strumenti come quelli messi a disposizione dal portale ufficiale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *