Aprire partita iva online: come si fa? documentazione e costi

La partita iva è il “documento” che identifica un’attività o un’azienda, che garantisce la sua regolamentazione o a norma di legge. Alla fine si parla di una sigla alfanumerica utile e richiesta da tutti gli imprenditori che devono intraprendere un’attività commerciale.

Come si fa ad avere la partita iva? Si deve “aprire”, nel senso che ci deve essere una richiesta all’Agenzia delle Entrate e alla camera di commercio. Fino al 2019 era un impegno di competenza totale del commercialista, ma ad oggi esiste anche la possibilità di “aprire partita via online”.

Sicura è certificata, anche se virtuale

Il codice che contiene 11 numeri, è un elemento identificativo del soggetto titolare dell’attività. Per essere legale è obbligatorio che venga effettuata l’apertura con un procedimento semplice. Saranno necessarie tutte le documentazioni e anche con una serie di allerte agli enti di controllo.

I professionisti devono quindi iscriversi al Registro delle Imprese, presso la camera di commercio. Da qui si invia poi all’Agenzia delle Entrate che svolge tutti i dovuti controlli.

Solo che questi passaggi ora sono diventati anche “virtuali”. Tramite il mondo dell’online, si ha la possibilità di velocizzare le pratiche e avere una procedura certificata.

Aprire una partita iva online, ma come si fa?

Per aprire una partita iva online si devono scaricare dei moduli, che poi vengono compilati con una serie di dati e documenti vari. I modelli sono AA9/12 e modello AA7/10. Ovviamente si consiglia di stamparli per conservare il cartaceo compilato.

Una volta compilati i documenti ci si deve registrare nel sito “Fisconline”, cha appartiene agli enti di controllo. Qui si trova facilmente una guida per poter poi aprire la propria Partita Iva telematica.

L’unica problematica che probabilmente si ha nella compilazione dei moduli e il codice ATECO, cioè che identifica la tipologia di attività da avviare. Tuttavia è possibile ricercarli su internet o anche nei siti dell’Agenzia delle Entrate.

Documenti da presentare e costi da saldare

I moduli per aprire la partita iva online sono completi di tutti i dati identificativi dell’azienda o dell’imprenditore che sta avviando l’attività. Quindi devono essere compilati in modo chiaro e con tutte le sigle o anche i certificati che sono ben identificati sui moduli.

Ovviamente ci sono dei costi da avere. Per l’iscrizione la spesa varia dalle 80 alle 100 euro, escluse alcune marche da bollo che vengono richieste da regione a regione. Ovviamente, quando si sta per terminare la procedura online, i costi saranno comunque ben identificati e richiesti dal sistema.

Maria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Codice ateco avvocati: qual è e dove reperirlo?

Ven Nov 13 , 2020
I liberi professionisti, come medici, notai o avvocati, per svolgere il loro lavoro, devono aprire una partita iva. La partita iva possiede dei numeri. La sigla classifica perfettamente quale sia l’attività lavorativa svolta. Per aprire la partita iva si deve essere presente il codice ateco.
Codice ateco avvocati