Mercato auto in ripresa: tra incentivi e acquisti a rate crescono le vendite

Dopo il periodo di forte crisi vissuto a causa della pandemia e del lockdown, sembra proprio che il mercato automotive si stia riprendendo rapidamente. Il merito va ad alcuni fattori in particolare, come nel caso degli incentivi e del boom della modalità di acquisto a rate.

Per questo a distanza di mesi si iniziano a vedere i primi segnali positivi dal mercato: segnali che è il caso di approfondire.

Andamento del mercato tra incentivi e ripresa

Gli incentivi stanno dando una grossa mano d’aiuto al mercato delle auto e alle famiglie italiane, come fra l’altro confermano i dati. Stando alle ricerche di settore, infatti, ad agosto di quest’anno è stata registrata solo una leggerissima perdita dello 0,4% rispetto ad agosto 2019. Significa che la situazione è nettamente migliorata, facendo un confronto diretto con i mesi più duri di questo 2020.

Salgono quindi le vendite, con un totale di immatricolazioni ad agosto che ha superato quota 88 mila unità: si parla dunque di un dato rientrante nella normalità pre-pandemia, che ad oggi può essere visto come un grande successo. Per quanto riguarda i motivi alla base di questa ripresa, oltre alla fine del lockdown, si trovano come detto gli incentivi previsti dal Decreto Rilancio, anche se è chiaro che si procede lentamente, e che si dovrà avere pazienza.

Oggi le automobili si comprano a rate

Agli italiani piace acquistare le auto a rate, e in fondo questo non dovrebbe stupire, anche considerato il delicato momento economico. Di conseguenza, oggi i dati di mercato testimonia come i consumatori italiani preferiscano acquistare una vettura tramite un finanziamento, scegliendo tra le varie formule oggi presenti, come nel caso dei prestiti di Younited Credit disponibili anche online.

Secondo alcuni studi di mercato, infatti, la maggior parte degli intervistati sta riflettendo sulla possibilità di comprare la prossima auto a rate, mentre invece sono pochi coloro che la pagheranno in contanti. Non a caso, stando alle analisi condotte dal Barometro CRIF, la richiesta dei prestiti finalizzati per l’acquisto delle automobili ha registrato un incremento superiore al 10% a giugno, rispetto al giugno del 2019.

La ripresa di alcuni dei brand più famosi

Come spesso accade in qualsiasi mercato, nella fase di ripresa dopo un periodo di crisi ci sono alcuni brand che spiccano, e altri che invece faticano molto. Un discorso analogo può essere fatto per il settore delle auto, visto che alcuni marchi hanno iniziato immediatamente a rialzare la testa. Per fare alcuni esempi concreti, basta citare brand come Mazda e Seat, insieme ad altri produttori famosi come Tesla e Skoda. Anche case automobilistiche come la BMW sono riuscite a contenere le perdite negli ultimi mesi, così come la Mercedes e la Audi, insieme alla Honda, alla Land Rover e alla Hyundai.

In conclusione, il mercato automotive si appresta a risollevarsi dopo una forte crisi senza precedenti. È chiaro però che servirà del tempo, visto che le percentuali di vendita rimangono comunque negative.

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Modulo Sepa: cos'è? A cosa serve e come si utilizza?

Ven Set 25 , 2020
Il nuovo regolamento dell’unione europea, riguardo ai pagamenti e agli incassi, è conosciuto semplicemente come SEPA. Chiunque effettui dei pagamenti o riceva dei saldi da altre Nazioni vicine, si trova ad avere a che fare con il modulo SEPA o Extra SEPA.
Modulo Sepa