PAC investimenti: che costi presentano? Conviene farli oppure no?

Non è sempre facile scegliere quali sono gli strumenti più adatti per impiegare i propri risparmi: le opzioni disponibili al giorno d’oggi sono davvero tante, quindi per selezionare quelle più adatte alle proprie esigenze è necessario informarsi sui costi, sui vantaggi e sugli svantaggi di ognuna. In questa pagina punteremo i riflettori sui PAC, investimenti noti anche come piani di accumulo capitale, e ne scopriremo i pro ed i contro.

Cosa sono i piani di accumulo capitale

Partiamo subito con una definizione. I piani di accumulo capitale rappresentano una modalità di sottoscrizione di determinati strumenti finanziari (solitamente strumenti di investimento collettivo quali fondi ed ETF) tramite dei versamenti periodici di capitale. Chi sceglie soluzioni di questo tipo si impegna a versare, per un periodo di tempo predeterminato, una somma costante alle scadenze stabilite.

Il denaro versato verrà utilizzato per acquistare strumenti finanziari, quindi il capitale investito cresce nel corso del tempo, grazie sia ai versamenti che agli eventuali interessi e cedole maturati. Gli investimenti PAC sono abbastanza flessibili: possono avere diverse durate ed i versamenti periodici possono essere stabiliti in base alle esigenze dell’investitore. Solitamente soluzioni di questo tipo vengono consigliate a chi ha intenzione di impiegare i suoi risparmi per un orizzonte temporale almeno di media lunghezza.

Gli investimenti PAC sono convenienti? Vantaggi, svantaggi e costi

Gli investimenti PAC presentano una serie di vantaggi. Come detto, sono strumenti flessibili, ma anche trasparenti, perché la cifra che dovrà essere versata periodicamente al piano di accumulo è nota fin dall’inizio. I piani di accumulo sono accessibili anche a chi non ha grandi capitali iniziali; l’importo complessivo dell’investimento aumenta nel corso del tempo grazie ai versamenti periodici. L’orizzonte temporale e la diversificazione dell’investimento permettono di gestire al meglio i rischi e di superare i periodi più complicati. La presenza di una scadenza fissa per il versamento delle quote è uno stimolo per gli investitori a gestire meglio le proprie risorse; sempre parlando a livello psicologico, gli investimenti tramite i PAC non possono essere condizionati dall’emotività del momento.

Ci sono anche degli svantaggi: il “contro” più evidente è rappresentato dai costi. Oltre alle immancabili spese legate alla sottoscrizione del piano ed alla gestione del capitale, ogni volta che effettua dei versamenti l’investitore va incontro ad altri costi come diritti fissi, spese amministrative e cose del genere. E occhio ai costi di uscita! Ovviamente anche i PAC comportano dei rischi, il cui livello è commisurato al profilo di investimento selezionato.

Ubaldo

Lascia un commento

Next Post

Gioielleria ed eleganza made in Italy, i brand assolutamente da non perdere

Mar Dic 27 , 2022
Quello della gioielleria e del lusso è un settore che fin da sempre non ha mai arrestato la propria evoluzione. Sono tantissimi i brand ed i marchi che nel corso del tempo hanno saputo introdursi nel mercato e conquistare una cerchia sempre più alta di consumatori.

Potrebbe interessarti anche