Il POS per artigiani e professionisti

La legge di bilancio 2019 ha ribadito l’obbligo del POS per le attività commerciali, ma anche per qualsiasi azienda che offra ai propri clienti beni o servizi di qualunque genere. Ciò che cambierà nel prossimo futuro riguarda però le sanzioni; a partire dal 1° luglio 2020 infatti i negozi e le attività prive di POS potranno essere soggetti a sanzioni, fino a un massimo di 30 euro, più il 4% della transazione negata con carta di debito o di credito. Fortunatamente l’offerta disponibile presso alcuni istituti di credito si sta adattando alle esigenze della gran parte delle aziende.

Il POS in negozio

Nella maggior parte dei negozi, soprattutto se grandi, il POS per i pagamenti è già disponibile. Si pensi ad esempio ai grandi magazzini o ai supermercati. Si tratta solitamente di POS tradizionali e fissi, collegati alla cassa tramite cavo, da utilizzare all’uscita dal punto vendita. In alcune situazioni questo tipo di strumento è particolarmente comodo, in altre invece si rivela completamente inadeguato. Si pensi ad esempio agli show room di grandi dimensioni, o ai ristoranti con patio esterno. In questi casi è decisamente molto più pratico un POS portatile, che si possa spostare fino al tavolo dove il cliente si è accomodato, da non utilizzare necessariamente alla cassa.

Il POS per i professionisti e gli artigiani

Come abbiamo detto, la nuova legge di bilancio 2019 prevede che da luglio 2020 tutti coloro che vendono beni o servizi mettano a disposizione un POS ai propri clienti, per qualsiasi genere di pagamento. Un POS per professionisti e artigiani in alcuni casi dovrebbe essere differente rispetto a quelli utilizzati in un negozio. Si pensi ad esempio alla necessità di saldare il conto dell’idraulico che ha riparato una perdita in casa, o del notaio che ha appena stilato un atto. In questi casi deve essere possibile pagare in contanti, con un bonifico, ma anche con carta di credito o di debito. Proprio per queste situazioni sono nati i POS mobili, che si connettono a internet e si possono utilizzare tramite smartphone. Un nuovo concetto di POS, adatto anche al di fuori di un punto vendita, presso un ufficio o al domicilio del cliente stesso.

POS smart

Alcuni istituti di credito propongono POS evoluti, che si possono utilizzare con diversi metodi di pagamento e in situazioni di vario genere. Oggi infatti sempre più persone possiedono metodi elettronici di pagamento quali carte prepagate, carte contactless con microchip, app per i pagamenti da smartphone; allo stesso modo c’è chi utilizza buoni pasto o QR code, sistemi di pagamento che in passato semplicemente non esistevano. Offrire ai propri clienti la possibilità di saldare il conto in vari modi consente di accontentare le esigenze di ognuno, mantenendosi contemporaneamente in regola con le vigenti leggi. La scelta del POS per un professionista, un punto vendita o un artigiano dipende dalle specifiche necessità del singolo, fortunatamente ci sono istituti di credito in grado di proporre sistemi di pagamento snelli e versatili, utilizzabili in qualsiasi situazione.

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

"Diritto alla pensione", una nuova iniziativa di prestito

Mar Feb 11 , 2020
Più tempo passa e più la pensione sembra essere un vero e proprio miraggio. Per questo, però, diversi istituti di credito si stanno attrezzando al fine di offrire un’opportunità di salvezza per tutti coloro che non sono più in età lavorativa, o comunque al massimo delle forze, ma, per un […]