Carte prepagate: VISA o Mastercard?

Gran parte delle carte prepagate, attualmente nel mercato mondiale, fanno parte di questi due circuiti. Ma quali sono le reali differenze tra VISA e Mastercard? Lo vediamo insieme agli esperti di carte prepagate “Il Conto Online”.

La predominanza di questi due marchi è tale che arriva a sfiorare un vero e proprio duopolio, anche se non va dimenticato un terzo in comodo piuttosto come American Express (che ha comunque un giro d’affari decisamente inferiore). Numeri alla mano, VISA è coinvolta nella metà delle transazioni tramite carta a livello mondiale, mentre Mastercard copre un terzo dello stesso.

Ancor prima di scendere nei dettagli però, è bene capire cos’è realmente un circuito di pagamento. Questi sono delle gigantesche società che gestiscono le transazioni elettroniche. Ogni volta che viene effettuato un pagamento con carta infatti, un circuito fa da tramite tra l’istituto di credito che ha emesso la stessa e il negozio presso il quale è stato acquistato un bene o un servizio.

VISA o Mastercard? Un (quasi) duopolio

Entrambi i network curiosamente hanno avuto origine negli Stati Uniti anche se oggi sono multinazionali con sedi dislocate pressoché in tutto il mondo. VISA è stata fondata da Dee Hock a Fresno (California) nel 1958. Mastercard è nata invece nel 1966 a New York, fondata da un gruppo di banche americane. Proprio perché entrambi i circuiti offrono servizi di primissima scelta, non è facile prendere una scelta.

Gli standard di sicurezza, così come la loro diffusione in tutto il mondo, sono caratteristiche comuni che non offrono un parametro di scelta chiaro. In un contesto di pressoché totale equilibrio dunque, sono i particolari a fare la differenza.

Per poter guadagnare, sia VISA che Mastercard applicano delle commissioni agli istituti bancari che si appoggiano ai loro circuiti. A loro volta, le banche si rifanno di questo costo sull’utente finale, applicando delle condizioni più o meno vantaggiose legate all’uso della carta.

Definire a priori, quale sia la soluzione migliore è dunque impossibile. Ogni singola banca è dunque una storia a parte, con operazioni più o meno convenienti a seconda del contesto. Vi sono alcuni istituti, per esempio, con condizioni migliori per quanto concerne i prelievi all’estero, mentre altre offrono costi meno onerosi per altre tipologie di operazioni.

La diffusione globale dei due circuiti

Nonostante sia VISA che Mastercard siano ampiamente accettati in tutto il mondo, sotto il punto di vista della diffusione globale vi sono alcune piccole differenze. Nonostante VISA abbia, ad oggi, una fetta di mercato maggiore, Mastercard è comunque accettata di buon grado ovunque.

A livello puramente pratico, è difficile che un venditore non accetti Mastercard. La situazione può essere diversa con altri competitor che hanno una fetta di mercato inferiore e che applicano dei costi più elevati per le transazioni.

La diffusione mondiale prevede ovviamente delle variazioni. Per esempio, in Asia e Nord Europa, Mastercard ha delle quote maggiori di mercato. La situazione si ribalta nel continente americano (sia Nord America che America latina) dove VISA vince per distacco. Nello specifico del mercato italiano, i due circuiti hanno una diffusione piuttosto paritaria.

Due parole sulla sicurezza

Anche se entrambi gli standard di sicurezza sono elevatissimi, possiamo spendere due parole su questa tematica così sensibile. Di fatto, i sistemi adottati sono di altissimo livello e risultano entrambi estremamente efficaci.

Quando si parla di VISA si parla di Verified by VISA, mentre con Mastercard il sistema adottato è chiamato SecureCode. In entrambi i casi parliamo di un sistema basato su Password OTP (One Time Password).

Di fatto, questi sistemi di sicurezza permettono un collegamento tra carta e numero di telefono. All’utilizzo della carta per una transazione, viene inviato un codice temporaneo attraverso SMS. Dunque, chi utilizza la carta deve anche essere in possesso del numero di telefono attraverso cui la stessa è stata registrata.

Il codice, inoltre, ha una scadenza che si consuma nel giro di pochi minuti e ha validità per una singola operazione. Il servizio di blocco carta, attivo 24 ore su 24, offre un ulteriore step a livello di sicurezza ed è garantito sia da VISA che da Mastercard.

Conclusione: qual è la scelta migliore?

Vista la relativa parità di servizi, almeno per il consumatore, non esiste una scelta migliore tra i due circuiti. Sotto il punto di vista della sicurezza e della rapidità di transazioni, VISA e Mastercard non presentano sostanziali differenze.

La differenza, in tal senso, la fa la singola banca che emette la carta. Risulta dunque importante soffermarsi sulle caratteristiche di ogni singola prepagata per capire qual è la più conveniente per le proprie specifiche esigenze.

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Modulo ritenuta d'acconto: come si compila? Dove si può scaricare?

Lun Giu 21 , 2021
Tutte le persone che percepiscono un regolare reddito da lavoro sono sottoposti a determinati adempimenti fiscali. Per quanto riguarda i lavoratori autonomi, uno di questi è rappresentato dalla ritenuta d’acconto. Andiamo a vedere in quali casi è dovuta e chi la deve pagare, prima di vedere dove è possibile scaricare […]
modulo ritenuta d'acconto