Investimenti online: come creare una strategia per giocare in borsa

Gli investimenti online sono in grande espansione perché permettono a chi desidera effettuare delle operazioni in completa autonomia di ottenere dei vantaggi importanti. I passi condotti sui mercati finanziari non possono ovviamente mai essere lasciati al caso ma, al contrario, per avere delle speranze che questi risultino potenzialmente produttivi dovrebbero essere sempre abbinati ad una precisa strategia d’investimento. Questo è dovuto a vari fattori, primo tra tutti quello relativo ai principi della domanda e dell’offerta che regolano l’andamento dei mercati azionari, valutari e obbligazionari.

Quando su un determinato asset sono presenti molti acquirenti e pochi venditori il suo prezzo sale nel corso del tempo, al contrario invece ovviamente più venditori determinano un calo del valore di un singolo titolo. Per questo semplice motivo gli investitori sono sempre alla ricerca di titoli che possano avere delle buone performance nel corso del tempo, ovvero crescere in modo interessante.  Nel caso delle azioni i fattori che possono determinare la crescita di un titolo, e quindi quelli che gli investitori cercano di prevedere sono: gli utili di una società, i nuovi canali di business, le prospettive di crescita, i rischi corsi, le decisioni del management e l’andamento macroeconomico.

Come creare una strategia

Elaborare una buona strategia è alla base di un investimento produttivo. A questo proposito è quindi importante capire quali sono i primi passi da compiere per operare con consapevolezza sui mercati finanziari. In tal senso, un aiuto arriva da Start Borsa, sito web specializzato nel mondo delle negoziazioni digitali dove trovare tutte le informazioni necessarie per capire come scegliere la giusta piattaforma di investimento, gli asset su cui puntare e gli strumenti finanziari più in linea con il proprio profilo di investitore.

In generale per l’elaborazione della strategia è utile considerare alcuni fattori essenziali, come ad esempio:

  • Budget di investimento.
  • Propensione al rischio.
  • Orizzonte temporale.
  • Scelta degli asset.
  • Utilizzo delle leve.
  • Analisi tecnica.
  • Integrazione con funzionalità automatiche.

Il budget di investimento influisce molto sulla strategia, in quanto degli importi al di sotto dei 500 euro vengono solitamente utilizzati per degli investimenti a breve termine. Questi per consentire di realizzare dei risultati prevedono inevitabilmente la scelta di asset maggiormente esposti alla volatilità, come ad esempio azioni di titoli emergenti e criptovalute, e di conseguenza dei rischi più elevati ma anche delle ottime potenzialità. Le operazioni orientate nel lungo periodo sono invece condotte di solito con un grado di rischio minore, incentrato sul tentativo di produrre profitti regolari e cadenzati nel tempo.

La creazione di una buona strategia riguarda poi anche la scelta degli asset che possono essere anche tra loro combinati. In ogni caso è sempre indispensabile scegliere con attenzione i titoli da inserire nel proprio portafoglio e operare una buona diversificazione, per abbassare il grado di rischio. Le leve sono uno strumento offerto dalle piattaforme di trading online da utilizzare con molta cautela in quanto possono far lievitare il profitto di un investimento ma anche comportare perdite significative poiché ampliano gli effetti di un’operazione.

Analisi tecnica e funzionalità semi-automatiche

L’analisi tecnica è molto importante nell’elaborazione di una strategia che preveda la compravendita di azioni, materie prime, etf, valute o indici. Grazie a questa funzionalità, messa di solito a disposizione dalle piattaforme di trading online, è infatti possibile provare ad individuare dei buoni punti di ingresso e di uscita da un investimento, ovvero dei momenti adatti per vendere o comprare un determinato titolo. I principali broker mettono poi a disposizione dei trader anche altre funzionalità molto interessanti e importanti.

Tra questi vi sono sicuramente lo “stop loss” e il “take profit“. Nello specifico questi sono dei parametri che consentono di far scattare le vendite in modo automatico, al raggiungimento di valori prestabiliti, sia in positivo che in negativo. Lo stop loss permette infatti di limitare le perdite e stabilire in anticipo quanto un investitore è disposto a perdere con una singola operazione, nel caso questa non andasse nella maniera sperata. Il take profit è invece ideato per massimizzare i profitti.

Entrambi questi strumenti sono importanti perché consentono ai trader di gestire le compravendite senza dover essere sempre collegati con la piattaforma web o senza dover controllare continuamente l’app sul proprio smartphone. Ovviamente però anche questi due strumenti devono essere utilizzati in modo oculato e inclusi sempre in una strategia di investimento prestabilita. In generale quindi è molto importante preparare bene la propria strategia prima di iniziare ad investire e farlo con attenzione, ripartendo accuratamente il budget di investimento.

 

Marco

Lascia un commento

Next Post

Tutte le filiali della BCC di Milano: contatti, orari e numeri utili

Mer Set 14 , 2022
La Banca di Credito Cooperativo di Milano vanta una forte presenza sul territorio, soprattutto nella provincia di Milano e nelle zone limitrofe. L’istituto di credito mette a disposizione dei suoi clienti, privati, commerciali e professionali, un’ampia scelta di servizi bancari e soluzioni di credito, come finanziamenti, conti corrente, conti deposito, […]
banca