Obbligazioni Enel: che cosa c’è da sapere se si vuole investire in esse?

La recente emissione di titoli a forte indice di sostenibilità ha riportato l’attenzione degli investitori sulle obbligazioni Enel. Si tratta di una delle soluzioni più interessanti, vista l’importanza del soggetto emittente e le caratteristiche del titolo stesso. Scopriamo tutto quello che c’è da sapere prima di decidere se investire su questi bond.

Le caratteristiche delle nuove obbligazioni Enel sostenibili

Le nuove obbligazioni Enel rientrano a pieno titolo tra i cosiddetti investimenti sostenibili. Attraverso la sua controllata Enel Finance, il gruppo ha emesso quattro tranche di bond sustainibility linked in valuta americana per una cifra complessiva pari a tre miliardi e mezzo di dollari. Il lancio del titolo è stato un vero e proprio successo, visto che gli ordini hanno superato per due volte e mezzo l’importo offerto. Queste le caratteristiche dei titoli al collocamento:

  • tranche a tre anni: offerta per 750 milioni di dollari, con scadenza al 15 giugno 2025; la cedola fissa lorda annua ammonta al 4,25%; il titolo è stato prezzato 99,58, quindi il rendimento è del 4,401%;
  • tranche a cinque anni: offerta per 750 milioni di dollari, con scadenza al 15 giugno 2027; la cedola fissa lorda annua ammonta al 4,625%; il titolo è stato prezzato 99,788, quindi il rendimento è del 4,673%;
  • tranche a dieci anni: offerta per un miliardo di dollari, con scadenza al 15 giugno 2032; la cedola fissa lorda annua ammonta al 5,00%; il titolo è stato prezzato 98,701, quindi il rendimento è del 5,168%;
  • tranche a trent’anni: offerta per un miliardo di dollari, con scadenza al 15 giugno 2052; la cedola fissa lorda annua ammonta al 5,50%; il titolo è stato prezzato 98,784, quindi il rendimento è del 5,584%.

Cosa sapere prima di decidere se investire

Le nuove obbligazioni Enel sostenibili hanno ottenuto un rating BBB+ da S&P e Fitch e Baa1 da Moody’s: parliamo quindi di titoli investment grade. I proventi ottenuti dal collocamento delle obbligazioni verranno utilizzati dalla compagnia elettrica per mettere in atto degli interventi mirati alla neutralità carbonica entro l’anno 2040; inoltre, questa operazione permette all’impresa di ridurre l’indebitamento per il periodo tra il 2022 ed il 2024. Le cedole ed i rendimenti sono sembrati subito molto interessanti per gli investitori, ma bisogna fare attenzione ad un particolare: il titolo è stato emesso in dollari, quindi bisogna mettere in conto il rischio di cambio. È un fattore di cui bisogna tenere conto per farsi un’idea sul reale potenziale di rendimento del bond e capire se è davvero il caso di investirvi.

Ubaldo

Lascia un commento

Next Post

Tempi banca per successione: quanto dura? Che cosa bisogna fare?

Ven Ott 28 , 2022
La scomparsa di una persona cara porta tanto dolore, ma porta anche una serie di adempimenti burocratici da sbrigare. Gli eredi infatti devono seguire una particolare procedura per poter accedere alle disponibilità del defunto: cerchiamo di capire quali sono i tempi in banca per successione e quali sono i passaggi […]
blocco conto