Moneyfarm portafogli: come funzionano? Come aprirne uno?

Il mondo degli investimenti è cambiato notevolmente nel corso degli ultimi anni. L’innovazione ha svolto un ruolo sempre più centrale, con l’obiettivo di permettere anche ai piccoli investitori di accedere a servizi di elevata qualità. Nel 2012 ha fatto il suo debutto sul mercato la prima realtà di consulenza finanziaria digitale, Moneyfarm. L’azienda fornisce un servizio che porta alla creazione di soluzioni personalizzate: scopriamo come funzionano e come aderire ai portafogli Moneygram.

Come funzionano i portafogli Moneyfarm

Il primo passo per la creazione di un portafoglio Moneyfarm consiste nella profilazione dell’investitore: tramite la compilazione di un semplice questionario online, l’utente fornisce al sistema tutte le informazioni necessarie per individuare la sua situazione patrimoniale, il suo livello massimo di rischio ed i suoi obiettivi. È un passaggio importante perché non esiste un investimento che si adatti alla perfezione alle esigenze di tutti. Sulla base del profilo creato, Moneyfarm compine un portafoglio diversificato personalizzato, composto da fondi affidabili e di qualità.

L’obiettivo dei portafogli è quello di generare un rendimento in modo controllato, ovvero senza superare le soglie di volatilità compatibili con il profilo dell’investitore. Una volta fatto l’investimento, il team di Moneyfarm si occupa anche della sua gestione: compravendita di strumenti finanziari, analisi e monitoraggio dei mercati e così via, in modo da poter eseguire le operazioni di bilanciamento del portafoglio nel caso in cui si dovessero presentare nuove opportunità o per mantenere l’investimento in linea con la strategia di investimento studiata per quel determinato profilo.

Accesso al servizio e condizioni

Per aprire un portafoglio Moneyfarm bisogna prima di tutto iscriversi alla piattaforma: la procedura, come detto in precedenza, avviene completamente online tramite il sito ufficiale moneyfarm.com; non deve essere trasmesso nessun documento in formato cartaceo. Dopo la creazione del portafoglio personalizzato, sarà la Gestione Patrimoniale dell’azienda ad effettuare l’acquisto e le vendita dei titoli in base alla strategia scelta; l’utente può comunque monitorare costantemente la situazione accedendo alla sua area personale e può sempre contare, fin dal momento dell’iscrizione, sul supporto di un consulente.

Moneyfarm ha previsto una soglia minima di investimento pari a 5.000 euro, somma necessaria per aprire un portafoglio (sia il primo che quelli successivi); l’investitore può modificare l’importo investito effettuando versamenti mensili o una tantum tramite bonifico e addebito diretto. Moneyfarm offre un servizio di consulenza finanziaria indipendente, quindi non percepisce alcuna provvigione da chi emette i titoli su cui investe: la sua retribuzione arriva solo dal cliente e corrisponde ad una commissione calcolata sull’importo investito.

Ubaldo

Lascia un commento

Next Post

Albo consulenti finanziari indipendenti: ecco come iscriversi e dove trovarlo

Ven Dic 16 , 2022
I consulenti finanziari rappresentano una categoria lavorativa molto ricercata negli ultimi anni. Questi professionisti possono svolgere il loro mestiere come dipendenti o collaboratori, ma anche come autonomi. In questa pagina puntiamo i riflettori sull’albo dei consulenti finanziari indipendenti: vediamo dove è possibile consultarlo e come ci si può iscrivere.
consulenti

Potrebbe interessarti anche