Che cos’è l’e-commerce outsourcing e quali sono le possibilità

L’e-commerce B2C in Italia continua a crescere anno dopo anno, offrendo nuove opportunità di business per chi gestisce uno store online. Secondo i dati dell’Osservatorio eCommerce B2C della School of Business del Politecnico di Milano, nel 2021 gli acquisti online sono aumentati 21% rispetto al 2020, raggiungendo un valore di 39,4 miliardi di euro.

In questo contesto sono sempre di più gli imprenditori e le aziende che aprono un negozio online, tuttavia tra le difficoltà iniziali c’è la gestione in completa autonomia dell’e-commerce. La mancanza di competenze specifiche, di infrastruttura operative e di tecnologie adeguate può compromettere il successo del business, tuttavia esistono delle soluzioni ad hoc per semplificare la gestione dello store online.

Si tratta in particolare delle soluzioni di e-commerce outsourcing, ovvero l’esternalizzazione della gestione del proprio negozio online, affidandosi ad aziende esterne che si occupano di una serie di aspetti, dall’assistenza clienti alla logistica. In questo modo è possibile delegare le varie attività a dei professionisti qualificati, superando gli ostacoli che solitamente non consentono ai negozi online di decollare rapidamente.

La logistica in outsourcing per e-commerce

Tra i servizi che possono essere esternalizzati in merito alla gestione di un e-commerce c’è la logistica, ovvero l’insieme delle attività di stoccaggio, preparazione degli ordini, imballaggio e spedizione dei prodotti ai clienti. È l’opzione più utilizzata oggi dagli e-commerce, in quanto consente di offrire un servizio professionale ed efficiente ai propri clienti. Inoltre, aiuta ad ottimizzare i costi operativi, riducendo gli investimenti iniziali necessari per lo sviluppo del proprio negozio online.

Per esternalizzare la logistica di un e-commerce outsourcing è possibile affidarsi ad aziende come Shipmatic, un punto di riferimento in Italia nel campo dei servizi di logistica personalizzati per e-commerce. L’azienda propone soluzioni dedicate per lo stoccaggio, il picking, il packaging, la spedizione e il supporto clienti, offrendo un servizio su misura per ogni e-commerce con il quale diminuire i costi di gestione, ridurre i tempi di evasione degli ordini e ottimizzare i processi logistici.

La logistica in outsourcing consente di integrare questa soluzione direttamente nel proprio gestionale, portale e-commerce o marketplace, per sincronizzare gli ordini con la piattaforma e gestire ogni processo in modo semplice, veloce e automatizzato. In questo modo è possibile esternalizzare le attività più complesse legate a un e-commerce, avvalendosi di infrastrutture adeguate e tecnologie moderne per gestire gli ordini senza possedere un magazzino o un costoso centro logistico proprietario.

Gli altri servizi di gestione e-commerce che si possono esternalizzare

Oltre alla logistica è possibile esternalizzare molti altri servizi, infatti la gestione in outsourcing dell’e-commerce comporta la possibilità di delegare varie attività a professionisti e aziende esterne. Si tratta ad esempio della gestione del customer care esternalizzata, per garantire un servizio clienti efficiente in grado di risolvere rapidamente qualsiasi problema. Lo stesso vale per il call center in outsourcing, con il quale fornire informazioni ai clienti e assistenza tecnica all’acquisto.

Anche le attività commerciali possono essere esternalizzate, delegando questi processi a un team di venditori specializzato, utile soprattutto per gli e-commerce che adottano strategie di cross selling e up-selling. Altri servizi che possono essere dati in outsourcing sono le attività di marketing e comunicazione, la gestione degli ordini, la manutenzione della piattaforma e i programmi di fidelizzazione come le carte fedeltà.

Quando conviene l’e-commerce outsourcing?

Esternalizzare la gestione dell’e-commerce può rivelarsi la scelta vincente in diverse circostanze. Questa opzione è indicata quando il proprio store online non decolla, soprattutto se questa situazione non è dovuta alla mancanza di prodotti validi o un model business sbagliato, ma alla mancanza di competenze ed esperienza. La gestione di un e-commerce in outsourcing è una soluzione da valutare anche per gli store online in rapida crescita, quando l’espansione veloce del business richiede servizi scalabili in grado di sostenere uno sviluppo accelerato.

La gestione esternalizzata dell’e-commerce può risultare l’opzione vincente anche per non avere costi fissi legati all’organico aziendale, ad esempio per non assumere direttamente i professionisti necessari per svolgere le varie attività. L’outsourcing aiuta anche ad offrire fin da subito servizi di alta qualità ai clienti, evitando gli errori tipici che si commettono quando ancora non si possiedono competenze, strutture e tecnologie in grado di assicurare una customer experience ottimale, un problema che può essere risolto attraverso l’esternalizzazione avvalendosi dei partner giusti.

Redazione

Lascia un commento

Next Post

Tassa vidimazione libri sociali 2016: come funzionava? Cosa c’è da sapere?

Gio Apr 21 , 2022
In questa pagina andremo a rivedere tutte le informazioni relative alla tassa di vidimazione dei libri sociali 2016. In un’unica scadenza e con un solo pagamento, questa tassa andava di fatto a sostituire tutte le tasse di concessione governativa per la vidimazione di ciascun libro sociale. Il suo calcolo era […]
tassa