Calabria PSR: che programma è? A chi è rivolto? Come richiederlo?

Il Calabria PSR è un programma di sviluppo rurale che si avvale del supporto finanziario di un fondo comunitario, ossia il Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale. In questo modo, si danno le risorse necessarie per sostenere le iniziative riguardanti il settore agricolo-forestale accrescendo, nel contempo, le zone rurali. Una progettazione ad ampio respiro in grado di implementare competenze e strutture al fine di aumentare la competitività di un mercato che sta pian piano ritagliandosi un nuovo ruolo strategico all’interno del sistema economico italiano. Insomma, un vero e proprio percorso di costruzione che ha, come scopo principale, la valorizzazione del territorio.

A chi si rivolge il Calabria PSR?

La programmazione del Calabria PSR è un insieme di obiettivi e di propositi a dir poco lodevoli. A cominciare dall’innovazione e dalla ricerca, requisiti imprescindibili per un’agricoltura avanzata e rispettosa dell’ambiente circostante. Il che, poi, fa il paio con la salvaguardia delle zone verdi e del clima e prevede, tra le altre cose, la prevenzione del rischio idrogeologico. Quest’ultima rappresenta una questione tremendamente attuale per le aree calabresi, soprattutto quando sono soggette ad alluvioni o fenomeni atmosferici che scompaginano ne il regolare equilibrio strutturale. Inoltre, tra gli scopi del PSR c’è anche una nuova politica della montagna, un patrimonio che costituisce l’80% del suolo calabrese.

I soggetti che possono beneficiare di queste opportunità sono gli enti pubblici, le imprese private e i GAL, ossia i gruppi di azione locale. Partecipando al bando di proprio interesse – che presuppone la presentazione di un progetto  – si ottiene il finanziamento desiderato per riqualificare o rinnovare la propria attività. Una prospettiva stimolante, ideata per smuovere un certo immobilismo produttivo ancorato, ancora oggi, a delle dinamiche obsolete e che, quindi, necessitano di uno svecchiamento affinché, un giorno, si possa avere a che fare con un comparto produttivo a passo coi tempi.

Come richiedere il finanziamento di Calabria PSR?

Per la richiesta del finanziamento erogato dal Calabria PSR, occorre collegarsi sul sistema SIAN e compilare le domande a seconda della propria tipologia di attività e seguendo le disposizione dell’ARCEA – oltre che quelle contenute nel bando di proprio interesse. Le domande verranno, poi, valutate e si procederà con un iter che determinerà l’erogazione dell’importo previsto. Un processo dinamico capace, a seconda delle specifiche, di gettare le basi per una dimensione nuova ed accattivante dell’agricoltura calabrese, cardine fondamentale dell’economia regionale e nazionale.

Per quanto riguarda i liberi professionisti, invece, l’accesso alla piattaforma SIAN prevede uno step intermedio caratterizzato dall’inoltro, via PEC, della modulistica presente sul sito ufficiale del Calabria PSR. Le richieste di autorizzazione in tal senso vanno inviate entro e non oltre il decimo giorno prima della scadenza del relativo bando e, come allegati, devono contenere la richiesta di accesso alla piattaforma SIAN per utenti liberi professionisti; l’invio di ulteriori elenchi riguardanti, sempre e comunque, i liberi professionisti; la delega di autorizzazione; l’elenco di riepilogo delle ditte. Va detto che questi passaggi sono imprescindibili. Il mancato rispetto dei parametri elencati comporta l’esclusione da una chance di rinnovamento che va colta al volo.

Marco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Home bias: che cos’è? Come funziona? Cosa rappresenta per le famiglie italiane?

Lun Nov 22 , 2021
In linea teorica tutti quelli che investono i loro risparmi dovrebbero sapere che la diversificazione (sia per tipo di attività che geografica) del portafoglio è un aspetto fondamentale. Dando un’occhiata alle scelte delle famiglie italiane è però possibile rendersi conto che c’è una forte tendenza a preferire i titoli nazionali: […]
investire i risparmi