Mediatori creditizi per i mutui ipotecari: quali sono e di cosa si occupano

Sempre più spesso, per contrarre mutui ipotecari a condizioni più favorevoli, le famiglie si rivolgono ai mediatori creditizi. Si tratta di figure professionali in forte crescita nel settore immobiliare, il cui successo è trainato dalla maggiore difficoltà nella contrazione dei mutui con le banche, infatti i contratti diretti tra privati e istituti di credito è scesa nel 2018 dall’80 al 75%. Al contrario la quota dei mediatori creditizi è arrivata fino al 25%, affermandosi come un servizio utile e spesso necessario.

Mediatori creditizi: come funzionano i loro servizi

Gli intermediari finanziari per i mutui ipotecari sono dei veri e propri consulenti specializzati nel settore immobiliare, che affiancano da un lato le famiglie, aiutandole a trovare il mutuo più adatto alle proprie esigenze, dall’altro i grandi portali di vendita di case e le banche online, che possono offrire ai loro clienti servizi di mediazione creditizia a prezzi particolarmente agevolati.

Immaginate un classico portale di compravendita di immobili, dove è possibile trovare un’abitazione da acquistare e contattare direttamente il proprietario oppure l’agenzia immobiliare. Si tratta senza dubbio di un servizio vantaggioso, che permette di comparare migliaia di casa in pochi istanti, oppure applicare filtri per effettuare una selezione più accurata a seconda delle proprie necessità.

Tuttavia esiste un problema, o meglio una difficoltà lampante. Nel caso doveste contrarre un mutuo ipotecario, per comprare l’immobile, dovreste rivolgervi presso una banca. Tale operazione non è così semplice, perché spesso non si sa a quale istituto rivolgersi, quale banca offre le migliori condizioni, oppure se è adatto alla propria situazione economica e finanziaria.

Per risolvere questa criticità esistono i mediatori creditizi, degli intermediari che collegano i clienti, chi vuole acquistare un immobile, con le banche, offrendo servizi di consulenza pagati da entrambe le parti con una piccola commissione sui costi del mutuo. Per le banche rappresentano sicuramente uno strumento importante, poiché assicurano grandi quantità di mutui ipotecari, in più effettuano una prima valutazione delle richieste, riducendo costi e tempi per l’analisi creditizia dei clienti.

Allo stesso i mediatori realizzano un servizio fondamentale per le famiglie e i privati, che possono ottimizzare i tempi di ottenimento del mutuo, rivolgersi subito alla banca più adeguata e sistemare eventuali problematiche nella domanda di finanziamento ipotecario da presenta all’istituto. Per questo motivo molte piattaforme online, banche digitali come CheBanca! e portali di compravendita immobiliare, offrono ai loro utenti/clienti servizi di mediazione creditizia convenzionati, quindi pagati in parte dalla società stessa.

Quali sono i mediatori creditizi in Italia: elenco completo ufficiale

In Italia la professione di mediatore creditizio è regolamentata e gestita attraverso l’OAM, l’organismo degli agenti e dei mediatori, sul cui sito web ufficiale è possibile consultare l’elenco completo, sia delle società accreditate che dei liberi professionisti abilitati a tale mansione. Per ottenere l’autorizzazione è necessario superare uno specifico esame, avere dei requisiti minimi e rispettare il codice di comportamento dell’albo, come specificato dal Titolo V del TUB, testo Unico Bancario.

Tra le società di mediazione creditizia più importanti, operanti nel nostro Paese, ci sono:

Rivolgersi ad un mediatore creditizio per un mutuo conviene?

La risposta a questa domanda è dipende. In alcuni casi è preferibile andare direttamente in banca, richiedendo il mutuo ipotecario presso una filiale di zona del proprio istituto di credito. Ciò è conveniente quando non esistono difficoltà finanziarie, ad esempio perché la richiesta è notevolmente più bassa rispetto al proprio reddito, oppure quando le garanzie sono così forti da non richiedere ulteriori contrattempi.

Al contrario nella maggior parte dei casi i mediatori creditizi rappresentano una valida opzione, sia per le banche che per chi deve contrarre il mutuo per l’acquisto della casa. Bisogna considerare che le banche sono sempre più restie a concedere mutui ipotecari, inoltre quando lo fanno vogliono prospetti finanziari e documentazioni a volte difficili da produrre, specialmente senza alcuna conoscenza del settore creditizio.

La centralizzazione delle banche, con la soppressione dei piccoli istituti locali e la creazione di pochi gruppi bancari multinazionali, sta allontanando il settore dalla realtà quotidiana delle person normali. Oggi per richiedere un mutuo è indispensabile l’appoggio di un professionista esperto, che possa fornire assistenza nella presentazione della domanda, effettuare una selezione delle banche alle quali è preferibile rivolgersi, oltre ad accompagnare i privati nella formulazione di una proposta in linea per l’accesso al credito.

Bisogna anche considerare il fattore tempo. I mediatori creditizi fanno senza dubbio risparmiare tempo, riuscendo a concludere una pratica per un mutuo ipotecario rapidamente, ben prima rispetto a un semplice cittadino. Per quanto riguarda il costo, di solito, la mediazione creditizia comporta una spesa compresa tra l’1 e il 3%, in base all’importo complessivo del finanziamento.

Per concludere è possibile affermare che i mediatori creditizi sono ormai una figura professionale estremamente utile e presente, soprattutto nel settore immobiliare, e lo saranno sempre di più nel futuro. Questi consulenti saranno infatti chiamati a colmare il vuoto lasciato dalle banche, molto distanti oggigiorno dai cittadini e sempre meno disposte ad elargire finanziamenti e mutui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *