Moneyfarm rendimenti: ecco dove trovarli e a quanto ammontanoMoneyfarm rendimenti: ecco dove trovarli e a quanto ammontano

Nel campo della consulenza finanziaria, quello di Moneyfarm è senza dubbio uno dei nomi più noti. Nata in Italia nel 2011, questa azienda oggi opera anche in Germania e nel Regno Unito offrendo servizi di consulenza per quanto riguarda investimenti in Etf, piani pensione e gestione patrimoniale. Il tutto rispettando i punti cardine dell’indipendenza, della flessibilità e dell’efficienza. Per conoscere la qualità del suo operato non sarebbe una cattiva idea sapere a quanto ammontano i rendimenti dei portafogli suggeriti da Moneyfarm.

Come funziona il servizio di consulenza finanziaria di Moneyfarm

Il servizio di Moneyfarm si sviluppa attraverso un processo composto da diversi passaggi. Per prima cosa viene delineato il profilo da investitore del cliente; sulla base di questo profilo viene creato un portafoglio personalizzato. Il terzo passaggio consiste nella gestione dell’investimento con il monitoraggio e l’analisi dei mercati e la compravendita degli strumenti finanziari. Nell’arco di tutto questo processo, il cliente viene affiancato da un consulente personale, la figura di riferimento per i clienti (su richiesta può anche eseguire un’analisi del patrimonio investito). Nel suo operato, Moneyfarm cerca di eliminare tutti i costi superflui, in modo da offrire la massima trasparenza e flessibilità.

Composizione e rendimenti dei portafogli di investimento

Come detto, Moneyfarm consente di creare dei portafogli di investimento su misura, pensati sulle specifiche esigenze e preferenze del cliente. Sono stati quindi sviluppate sette diverse soluzioni, che si distinguono tra loro per il livello di rischio.

  • Portafoglio 1 (rischio più basso), composto da cash e bond governativi a breve per il 35%, bond governativi dei paesi sviluppati per il 9%, obbligazioni dei paesi sviluppati indicizzati all’inflazione per il 14%, bond societari investment grade per il 32%, bond societari HY e bond gov. EM per l’8%; il rendimento dall’inizio (dicembre 2011) è pari al 5,4%, con una media annua dello 0,5%;
  • Portafoglio 2, composto da cash e bond governativi a breve per il 20%, bond governativi dei paesi sviluppati per il 24%, obbligazioni dei paesi sviluppati indicizzati all’inflazione per il 10,08%, bond societari investment grade per il 15%, bond societari HY e bond gov. EM per l’11%, azioni di paesi sviluppati per il 15,2%, materie prime e real estate per il 2% e liquidità per il 2%; il rendimento dall’inizio (dicembre 2011) è pari al 23,08%, con una media annua del 2,1%;
  • Portafoglio 3, composto da cash e bond governativi a breve per il 12%, bond governativi dei paesi sviluppati per il 18,5%, obbligazioni dei paesi sviluppati indicizzati all’inflazione per il 13%, bond societari investment grade per l’11,5%, bond societari HY e bond gov. EM per il 12,2%, azioni di paesi sviluppati per il 26,8%, materie prime e real estate per il 4% e liquidità per il 2%; il rendimento dall’inizio (dicembre 2011) è pari al 40,9%, con una media annua del 3,3%;
  • Portafoglio 4, composto da cash e bond governativi a breve per l’8%, bond governativi dei paesi sviluppati per il 10,8%, obbligazioni dei paesi sviluppati indicizzati all’inflazione per il 9,1%, bond societari investment grade per l’11%, bond societari HY e bond gov. EM per il 10%, azioni di paesi sviluppati per il 37,7%, azioni dei paesi emergenti per il 4,4%, materie prime e real estate per il 7% e liquidità per il 2%; il rendimento dall’inizio (dicembre 2011) è pari al 54,8%, con una media annua del 4,3%;
  • Portafoglio 5, composto da bond governativi dei paesi sviluppati per il 10,8%, obbligazioni dei paesi sviluppati indicizzati all’inflazione per l’8,7%, bond societari investment grade per il 5,5%, bond societari HY e bond gov. EM per il 12%, azioni di paesi sviluppati per il 46,9%, azioni dei paesi emergenti per il 7,1%, materie prime e real estate per il 7% e liquidità per il 2%; il rendimento dall’inizio (dicembre 2011) è pari al 75,3%, con una media annua del 5,5%;
  • Portafoglio 6, composto da bond governativi dei paesi sviluppati per il 13,9%, bond societari investment grade per il 3,5%, bond societari HY e bond gov. EM per il 9,5%, azioni di paesi sviluppati per il 55,7%, azioni dei paesi emergenti per l’8,3%, materie prime e real estate per il 7% e liquidità per il 2,1%; il rendimento dall’inizio (dicembre 2011) è pari al 81,8%, con una media annua del 5,9%;
  • Portafoglio 7, composto da bond governativi dei paesi sviluppati per l’11,5%, bond societari HY e bond gov. EM per il 3,5%, azioni di paesi sviluppati per il 63,6%, azioni dei paesi emergenti per l’11,4%, materie prime e real estate per l’8% e liquidità per il 2%; il rendimento dall’inizio (dicembre 2011) è pari al 129,9%, con una media annua dell8,3%.

Il rendimento dei portafogli può essere seguito dalle pagine del sito ufficiale moneyfarm.com.

Ubaldo

Lascia un commento

Next Post

Trading online: come costruire un portafoglio di investimento?

Gio Set 29 , 2022
La costruzione di un portafoglio d’investimento è un’operazione molto importante e di fondamentale importanza per chi investe attraverso il ricorso al trading online. Questa modalità di investimento si basa sulla compravendita di titoli finanziari quotati su differenti listini, in diverse zone del mondo. Lo scopo di questa pratica è ovviamente […]
Trading online