Bonus Tende 2020: come ottenere gli incentivi per le tende da sole

Le tende da sole sono una copertura in grado di ridurre l’irradiazione solare, un aspetto che permette di migliorare l’efficienza energetica della casa. Per questo motivo è possibile usufruire di apposite agevolazioni, detrazioni fiscali che consentono di risparmiare sull’acquisto e il montaggio delle tende da sole. Vediamo come funziona il bonus tende 2020, come richiedere gli incentivi e chi può ottenerli.

Come funziona il bonus tende 2020?

Se fino a qualche anno lo sgravio fiscale era piuttosto elevato, pari al 65%, oggi è comunque possibile beneficiare di un’agevolazione interessante per le tende da sole. Si tratta del bonus tende 2020, con il quale viene riconosciuta una detrazione fino al 50% sui dispositivi di schermatura solare, uno sgravio sul pagamento dell’Irpef disponibile tramite rateizzazione in 10 anni del rimborso.

Ciò significa che è possibile sostenere il costo dell’intervento, per poi fare domanda e dedurre dalle tasse una quota pari al 10% del costo detraibile, per un periodo massimo di 10 anni. Le misure sono state inserite all’interno della Manovra 2020, dove si possono trovare tutti i provvedimenti dell’Ecobonus 2020 e del Sismabonus 2020.

Fanno parte delle agevolazioni fiscali anche le tende da sole, come segnalato su www.tende-serramenti-torino.it, il portale web di Viemme, azienda specializzata nella vendita e nell’installazione di tende da sole a Torino e in tutta la zona metropolitana, oltre a tende da interni, serramenti e zanzariere. Naturalmente è importante rispettare i requisiti, quindi vediamo subito quali sono le restrizioni previste.

I requisiti per il bonus tende 2020

Nella Manovra 2020 sono stati inseriti gli incentivi fiscali per l’acquisto e il montaggio delle schermature solari, ovvero tende da sole, zanzariere, pergolati e infissi in grado di migliorare l’efficienza energetica dell’abitazione. La protezione dall’irradiazione solare può essere applicata in qualsiasi punto, ad esempio fuori dalla casa, all’interno, oppure tramite ristrutturazione direttamente nell’intelaiatura delle finestre.

Un requisito importante riguarda la finalità della tenda da sole, o della schermatura in generale, la quale deve proteggere dai raggi solari una superficie vetrata ed essere una struttura mobile. Ciò esclude dunque le verande, mentre include le tende veranda e tantissimi modelli di tende da sole, serramenti e alcuni tipi di zanzariere con schermatura solare.

Come ottenere le agevolazioni fiscali per le tende da sole?

Come abbiamo visto, per ricevere gli incentivi fiscali per le tende da sole è necessario rispettare alcuni requisiti. In particolare queste coperture devono:

  • proteggere una finestra;
  • migliorare l’efficienza energetica;
  • essere strutture mobili.

Dopodiché è fondamentale rivolgersi a una ditta specializzata, poiché la schermatura solare deve essere comprovata. Nello specifico è indispensabile che un perito rilasci un apposito certificato di conformità, un documento all’interno del quale si riportino i calcoli effettuati dal tecnico sulla trasmissione di luce solare. Ciò è fondamentale ai fini dell’ottenimento degli sgravi fiscali, per provare la reale utilità della struttura.

Bonus Tende 2020: come fare richiesta per gli incentivi fiscali?

Per beneficiare delle detrazioni fiscali per le tende da sole, come indicato dalla normativa, è indispensabile seguire alcuni procedimenti precisi. Innanzitutto bisogna pagare l’intervento con un sistema tracciabile, quindi con un bonifico bancario o una carta di credito, in questo modo è possibile mettersi in regola con le disposizioni di legge sulla trasparenza e l’evasione fiscale.

Dopodiché bisogna inviare una segnalazione online all’ENEA, realizzandola da soli oppure affidandosi all’azienda che ha eseguito i lavori. Infatti anche le imprese possono accedere alla piattaforma telematica dell’istituzione, offrendo questo servizio ai propri clienti. Con la comunicazione è necessario informare l’inizio dei lavori e mandare la certificazione di conformità della tenda da sole, con le rilevazioni effettuate dal tecnico accreditato.

Infine si possono inserire le detrazioni fiscali Irpef, con un sistema di 10 quote fino a un massimo del 50% per un valore non superiore a 60 mila euro. Al contrario non è più disponibile la modalità dello sconto in fattura, utilizzata negli anni precedenti come forma integrativa di incentivo fiscale. Oggi l’unica opzione è lo sgravio Irpef in 10 quote, una misura comunque piuttosto vantaggiosa per chi vuole installare una tenda da sole.

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Medico del lavoro: perché non è un costo ma un vantaggio per le aziende

Mer Ago 19 , 2020
Una figura che sta diventando sempre più ricercata e apprezzata dalle aziende al giorno d’oggi è quella del medico del lavoro, il cui ruolo ha assunto un’importanza strategica soprattutto a causa della pandemia di Covid-19. Ovviamente questo professionista non è specializzato in epidemiologia, tuttavia rappresenta un supporto indispensabile per i […]
Medico del lavoro