Bancomat Maestro: cos’è, come funzionano i pagamenti, requisiti e costi

Il sistema delle carte di credito e di debito, nata nel 1991 negli Stati Uniti d’America, ha permesso di avere del denaro contante in qualsiasi parte del mondo.

Il programma è stato adottato da quasi tutte le banche, alcune hanno poi creato una serie di programmi privati che dipendono dalla grandezza dell’istituto bancario.

Attenzione che il Bancomat Maestro è una delle pochissime carte di credito che permette di essere accettate anche in altre Nazioni. Ad esempio, se dall’Italia andiamo all’estero, anche in paesi che rientrano nella Comunità europea, se abbiamo un conto alle Poste ci troviamo in difficoltà perché esse non sono collegate ad una rete bancaria internazionale.

A questo punto è importante sapere cosa sia il Bancomat Maestro, come richiederla e anche quali sono i vantaggi nell’averla.

Il Bancomat Maestro, come funziona

Vediamo come funziona il Bancomat Maestro. Una volta che si ha un conto corrente, all’interno di un istituto bancario, si ha la possibilità di avere sempre del denaro “cash” collegato direttamente ad una rete del programma bancario internazionale.

Il programma appartiene alla Visa, che è stata la prima a creare questo sistema. Infatti, anche se andiamo a prendere del contante ad un bancomat di una banca che non è la nostra, è possibile recuperare del denaro. Solo che ci sono dei costi di commissione più alti.

Mentre, se andiamo ad un bancomat della nostra banca, cioè dove abbiamo aperto il conto corrente, le commissioni sono molto basse o anche assenti.

Il Bancomat Maestro lo si usa per fare dei pagamenti, acquisti, per bonifici e per avere del denaro contante. Tutto tracciabile e a norma di legge.

Requisiti che appartengono al bancomat

La carta Bancomat Maestro permette di effettuare delle operazioni online in tempo reale. Un esempio è quello di fare delle spese, anche presso un negozio fisico, pagando direttamente con la carta.

Il dispositivo usato è il POS che funziona con una carta che ha un Chip o un contactless. Per mantenere una privacy e una sicurezza maggiore, ci sono dei codici, il PIN, che è personalizzato e rapportato al proprio conto corrente.

In base alla cifra che si spende si ha o una richiesta del PIN oppure anche di una firma digitalizzata. Ogni 3 o 5 anni, la carta viene sostituita per renderla più sicura e anche più funzionale.

Quanto costa avere il Bancomat Maestro

Il Bancomat Maestro si riceve solo in alcune banche che hanno aderito al programma della VISA. Deve essere presente un conto corrente, ma la carta si paga.

In base al tipo di conto corrente ci sono delle spese che variano in costi di commissione. Ovviamente per avere un chiarimento su questi costi dovete parlare direttamente con la vostra banca.

Perché? Le banche che hanno aderito immediatamente al programma Maestro hanno delle commissioni molto basse e la carta spesso è gratuita.

Maria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Bancomat all'estero: come si utilizza e dov'è accettato?

Ven Ott 9 , 2020
Le vacanze all’estero possiamo dire che si dividono in quelle che si fanno nei paesi “comunitari” e non comunitari. Nelle Nazioni che fanno parte dell’Unione europea, ci sono diversi vantaggi per quanto riguarda l’utilizzo dell’euro, ma anche per i sistemi bancari, dov’è possibile usare solo in bancomat Maestro o la […]
Bancomat all'estero