Economia domestica: come risparmiare i soldi nei gesti quotidiani?

Negli ultimi mesi l’inflazione ha viaggiato a ritmi che non si vedevano da almeno quarant’anni: all’inizio i rincari riguardavano soprattutto i carburanti, poi le bollette di luce e gas, ma alla fine si sono fatti sentire sulla spesa di tutti i giorni. Gli stipendi però si adeguano sempre molto lentamente, quindi è il caso di fare economia domestica trovando dei modi di risparmiare dei soldi nella scelte quotidiane.

Serve una migliore gestione dell’economia domestica

Per prima cosa bisogna rivedere le proprie priorità. Negli ultimi anni ci siamo abituati ad uno stile di vita che si basa molto sul consumismo: appena vediamo un’offerta, una promozione speciale o un nuovo prodotto lanciato sul mercato facciamo davvero tanta fatica a resistere. Prima di agire d’impulso bisogna pensare attentamente al nostro portafoglio (sempre meno pieno) e chiederci se davvero bisogna comprare l’ultimo modello di smartphone quando quello che abbiamo funziona ancora bene o se è il caso di comprare nuovi capi di abbigliamento ogni volta che si cambia il guardaroba; se proprio non se ne può fare a meno, perché non dare una chance al mercato di seconda mano o utilizzare i coupon che ormai si trovano con estrema facilità in rete?

Gesti quotidiani e comportamenti che possono far risparmiare soldi

Ma visto che parliamo di gesti quotidiani, l’attenzione si concentra soprattutto sulla spesa: bisogna tornare alle vecchie abitudini, a cominciare dalla compilazione della lista della spesa; molti la ritengono inutile, ma è l’unico modo per accertarsi di comprare quello che serve, evitando di fare acquisti improvvisati e non sempre necessari; ovviamente vanno tenuti d’occhio i volantini e le offerte dei vari supermercati e controllare bene le date di scadenza dei cibi che compriamo. E a proposito dei cibi, un altro modo per risparmiare è evitare gli sprechi. Come? Si può iniziare preparando i pasti basandosi sulle porzioni a persona e facendo un uso intelligente del congelatore. Buttare il cibo che avanza è un peccato, ma è anche uno spreco di risorse e di denaro!

Per ridurre gli sprechi si potrebbe fare un uso di oggetti riutilizzabili: meglio impiegare bottiglie di vetro e buste di stoffa piuttosto che i vari imballaggi di plastica che oltre ad essere una spesa sono un grande problema per l’ambiente. Una buona economia domestica si dovrebbe basare anche su una migliore gestione dei consumi di luce, acqua e gas. Possono bastare anche dei piccoli gesti come spegnere le luci che non servono, chiudere il rubinetto quando ci si lava i denti o quando ci si rade; la cosa migliore sarebbe dotarsi di elettrodomestici di elevata classe energetica ed utilizzarli nelle fasce orarie in cui i consumi costano meno, meglio se a pieno carico. Infine, non sarebbe affatto una cattiva idea annotarsi entrate ed uscite, in modo da poter individuare quali sono le voci di spesa sulle quali si può intervenire e da crearsi un’idea su quanto ci si può concedere per gli strappi alla regola.

Ubaldo

Lascia un commento

Next Post

Moneyfarm portafogli: come funzionano? Come aprirne uno?

Gio Dic 8 , 2022
Il mondo degli investimenti è cambiato notevolmente nel corso degli ultimi anni. L’innovazione ha svolto un ruolo sempre più centrale, con l’obiettivo di permettere anche ai piccoli investitori di accedere a servizi di elevata qualità. Nel 2012 ha fatto il suo debutto sul mercato la prima realtà di consulenza finanziaria […]
servizio

Potrebbe interessarti anche